La pulizia del bagno è una delle più difficili e lunghe da effettuare, un po’ per via dell’importanza del mantenere pulitissima e igienizzata quest’area della casa, un po’ per la varietà di batteri, calcare e sporcizia che vi si accumula.

Ma se c’è un’area del bagno più propensa a sporcarsi, quella è senza dubbio il WC. Proprio per la sua natura, sul WC tendono ad accumularsi batteri e calcare, che finiscono col creare quelle fastidiossissime macchie marroni che, col tempo, diventano difficili da eliminare.

Sul mercato esistono una miriade di prodotti dedicati alla pulizia del bagno, ma tutti hanno come comune denominatore l’abbondanza di sostanze chimiche e dannose sia per noi che per l’ambiente.

Se stai cercando un’alternativa naturale ai prodotti industriali per la pulizia del bagno, sappi che probabilmente ce l’hai già a casa: si tratta dell’aceto bianco, e di seguito ti suggeriamo 4 trucchi per usarlo.

Aceto contro le macchie scure del WC

Se vuoi eliminare le macchie marroni dal WC e disinfettarlo a fondo, versa 250 ml di aceto bianco sulla sua superficie, lascia riposare per 20 minuti, poi strofina con uno spazzolino o una spugna e risciacqua.

Basta questa semplice operazione, magari ripetuta periodicamente, per mantenere il WC pulitissimo, igienizzato e prevenire la comparsa di queste fastidiose macchie.

Aceto per la pulizia delle piastrelle

Se il tuo bagno ha delle piastrelle, sai bene quanto siano propense all’accumulo di residui di sapone e muffa che vi aderiscono e diventano davvero difficili da eliminare.

Versa 250 ml di aceto bianco e 150 ml di acqua in uno spruzzino. Applica la soluzione direttamente sulle piastrelle e lascia agire per 5 minuti, poi strofina bene con uno spazzolino e, infine, pulisci con un panno di microfibra per eliminare i residui e risciacqua.

Aceto per pulire il vetro della doccia

Versa 250 ml di acqua in uno spruzzino, poi aggiungi 2 cucchiai di aceto bianco e 2 di bicarbonato di sodio.

Spruzza la soluzioni sulle pareti della doccia e sul vetro e, dopo 15 minuti, strofina con l’aiuto di una spugna. Infine, risciacqua e asciuga con un panno pulito.