Lo scarico del lavandino è una delle aree della casa che più accumula germi e batteri. Da qui l’importanza di pulirlo e disinfettarlo regolarmente, e non solo per eliminare sporco e cattivi odori, ma anche per evitare possibili otturazioni.

Per prevenire che lo scarico del lavandino si otturi è importante rimuovere i residui di cibo dai piatti e dalle pentole prima di lavarli. Così come evitare di versare olio nello scarico: oltre ad essere poco ecologico, può solidificarsi e provocare un intasamento, soprattutto se contiene resti di cibo.

Non è consigliabile nemmeno versare nello scarico sostanze chimiche oltre al detersivo per piatti, come vernici o disinfettanti. Questi prodotti sono solitamente molto grassi e oleosi, e possono otturare lo scarico.

Se lo scarico del lavandino, che sia della cucina o del bagno, si è otturato, ti suggeriamo un eccellente metodo per liberarlo, disinfettarlo ed eliminare i cattivi odori.

Per farlo si ricorre alla combinazione di aceto e bicarbonato di sodio, che offre tantissimi benefici nelle pulizie domestiche e può essere usata anche in questo senso.

Versa 150 grammi di bicarbonato di sodio nello scarico del lavandino, assicurandoti di farlo cadere al suo interno.

Versa quindi 200 ml di aceto e lascia agire per 30 minuti. Si creerà una reazione effervescente che durerà qualche secondo. Puoi approfittare di questa reazione per strofinare con una spugna la superficie del lavandino e renderlo splendente.

Infine, dopo 30 minuti, versa nello scarico abbondante acqua calda e prova i risultati.

Questa alternativa naturale per liberare uno scarico otturato è una delle più efficaci e più rispettosa dell’ambiente.