ll termosifone è un elemento indispensabile in tutte le case: quando inizia il freddo è importante avere una casa calda e accogliente in cui riposare. Per farli durare a lungo e mantenerli efficienti per molto tempo è importante pulire i termosifoni periodicamente, e di seguito ti spieghiamo come fare.

Se il termosifone da pulire è elettrico, la prima cosa da fare è, ovviamente, staccare la spina per evitare incidenti. Prima di iniziare metti un panno, un asciugamano vecchio o della carta di giornale sul pavimento per non macchiarlo di polvere e sporcizia.

La pulizia basica dei termosifoni è semplicissima: basta passare un panno di microfibra (utile per catturare la polvere) su tutta la loro superficie. Inumidisci il panno con un po’ di acqua tiepida e aceto, per togliere anche eventuali macchie oltre ad acari e sporcizia.

Pulire la parte interna del termosifone è un po’ più complicato: arrivare nelle fessure è difficile, e in esse si accumula molta polvere.

Il primo passo consiste proprio nel rimuovere la polvere dall’interno del termosifone. Un trucco semplicissimo consiste nel puntare un asciugacapelli nelle fessure del termosifone, per far si che tutti i residui cadano sul panno o sulla carta di giornale messa a terra.

Se non hai a disposizione un asciugacapelli, puoi usare anche un aspirapolvere. Usa una testina abbastanza sottile da poterla inserire nelle fessure del termosifone.

Se vuoi evitare di usare i due elettrodomestici, puoi creare un utensile per raggiungere le aree più complicate. Usa un bastoncino lungo e fissa un panno di microfibra su una estremità usando del nastro adesivo.

Una volta rimossa la polvere dal termosifone, attacca all’estremità del bastone un panno imbevuto di acqua, aceto e bicarbonato per togliere sporcizia e altri residui.