Lavare e disinfettare i cuscini è indispensabile per avere una corretta igiene a casa. Sui cuscini si accumulano sporcizia, funghi e batteri che possono causare alcuni problemi respiratori e allergici.

Sui cuscini finisce il nostro sudore, ma anche polvere e saliva, creando un contesto ideale per lo sviluppo di batteri. È per questo che è importante lavare e disinfettare i cuscini almeno una volta al mese, e di seguito ti spieghiamo come farlo.

Bicarbonato di sodio e aceto. Mescola due parti uguali di bicarbonato e aceto bianco, e diluiscili in acqua. Oltre a pulire e disinfettare i cuscini, grazie agli acidi dell’aceto e alle proprietà del bicarbonato, questo metodo è utile per sbiancarli.

Acqua calda e limone. Uno dei disinfettanti naturali più efficaci, il limone ci permette di igienizzare i cuscini a fondo. Versa il succo di 6 limoni in 2.5 litri d’acqua. Oltre ad eliminare i batteri, questo metodo dà ai cuscini un gradevole aroma.

Bicarbonato e olio di albero del tè. Questo eccellente olio naturale aiuta a disinfettare, mentre il bicarbonato pulisce a fondo. Versa qualche goccia di olio su un panno, poi aggiungi del bicarbonato e strofina sul cuscino. Non è necessario risciacquare.

Acqua ossigenata. Sbianca, pulisce e disinfetta: l’acqua ossigenata è un’eccellente alleata per la pulizia dei cuscini. Spruzza dell’acqua ossigenata direttamente sui cuscini per sfruttare le sue proprietà.